banner

Chi Siamo

“Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso (…) lo svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali o di servizi – finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate”

“(…) si considerano persone svantaggiate gli invalidi fisici, psichici e sensoriali, gli ex degenti di istituti psichiatrici, i soggetti in trattamento psichiatrico, i tossicodipendenti, gli alcolisti, i minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare (…)”

(Art. 1 e 4 Legge n. 381/1991)

La cooperativa EFFATA’ opera nel territorio di Busto Arsizio dal 1998 con l’obiettivo di consentire alle persone con fragilità di sperimentare le proprie competenze trovando nella cooperativa stessa quello strumento educativo necessario per migliorare la propria qualità di vita. In tutti questi anni sono state diverse le forme intraprese dalla cooperativa per l’inserimento di soggetti fragili. Ma la Mission che ha ispirato la sua costituzione è rimasta sempre quella degli inizi.

L’apertura e l’accoglienza continuano ad essere i pilastri della cooperativa, ma non tanto come principi astratti, ma soprattutto come il desiderio di mettere sempre al centro la persona restituendole quella opportunità di riscatto che la dignità lavorativa promette. Nel nostro organico è possibile trovare personale con disabilità, ma anche chi deve svolgere per un tempo stabilito dei “lavori socialmente utili”oppure dei volontari che vogliono spendersi attraverso una solidarietà concreta. La cooperativa Effatà eroga anche servizi di Ergoterapia per chi, non abile al lavoro, non può accedere a nessuna attività lavorativa. Qui troverebbe un ambiente accogliente con progetti risocializzanti e di integrazione sociale.

Mission

Effatà, una parola che trae ispirazione da una pagina evangelica. (Marco 7,31-37).

La fragilità di tante persone a volte assomiglia proprio a quella di un “sordo-muto” che si sente isolato, lontano dal mondo. Non sente le voci e non può rispondere alle sollecitazioni.
Effatà! Soprattutto per chi spesso non ha voce o per chi non riesce più a sentire nessuna parola di conforto. Effatà, una parola che riassume così tutta la nostra mission: aprire delle nuove possibilità e prospettive a chi non crede più nelle proprie potenzialità, nelle proprie risorse.
Ed allora:Effatà!! Apriti!! Entra anche tu in relazione con gli altri e con il modo.
E’ un invito ad aprire lo sguardo, ad ascoltare, a comunicare…
E’ un invito ad aprire canali di comunicazione con la realtà, con il territorio, con le persone in difficoltà. Nel brano biblico la parola Effatà è accompagnata da gesti concreti: toccare la lingua con la saliva, toccare le orecchie … L’apertura ha bisogno di concretezza e la Cooperativa Effatà la comunica attraverso il lavoro di tutti i giorni. Un lavoro semplice, manuale, ma che richiede attenzione e precisione perché la qualità della vita passa proprio dal fare bene tutte le cose, specie quelle più semplici. Ognuno nel suo piccolo può sentirsi parte del “mondo del lavoro” e questo restituisce una sensazione di grande benessere.