banner

Ergoterapia

UN ABITO SU MISURA PER TE

Non solo percorsi di ERGOTERAPIA

La Cooperativa Effatà, attenta a rispondere alle domande sui bisogni di integrazione di soggetti portatori di vulnerabilità e fragilità, propone percorsi risocializzanti attraverso un metodo terapeutico e riabilitativo capace di sviluppare capacità relazionali e comunicative nonché a mantenere abilità manuali fino e grosso motorie già presenti e le eventuali potenzialità non ancora espresse. I progetti di ergoterapia sono servizi che possiamo offrire ad enti sociali ma anche a singoli privati.
il progetto si sviluppa per contrastare le condizioni di rischio di emarginazione sociale di quei soggetti incapaci di intraprendere un’attività lavorativa senza un contenimento educativo importante.
OBIETTIVI DEL PROGETTO “UN ABITO SU MISURA”

Il progetto si sviluppa all’interno di 4 importanti obiettivi da condividere trimestralmente con l’equipe educativa di riferimento e con gli Enti preposti alla cura e alla promozione sociale dell’utente. I quattro obiettivi però si possono riunire in un unico grande obiettivo:”per una migliore qualità della vita”.

  • Il primo obiettivo è di carattere ri-socializzante: spesso chi si trova in difficoltà fisiche e psichiche vive un disagio legato all’ incapacità di essere abili nella produzione lavorativa con la conseguente impossibilità di inserimento nel mondo del lavoro. Con un progetto ri-socializzante le prestazioni verrebbero pensate sulla misura della persona in modo quindi del tutto personalizzato. Questo aspetto influirebbe positivamente sull’autostima grazie anche ad esperienze di relazione e di condivisione importante, monitorate dal personale educativo.
  • Il secondo obiettivo riguarda la sfera socio occupazionale, dove il soggetto in difficoltà può migliorare le proprie competenze lavorative con l’apprendimento quelle che sono le regole di convivenza civile e del mondo del lavoro. La nostra realtà rispecchia molto l’ambiente della fabbrica, del magazzino, ambienti cioè dove è evidente la “vera” attività lavorativa. Sarà l’osservazione lo strumento utilizzato per conoscere le abilità dell’utente e le potenzialità da sviluppare.
  • Il terzo riguarda la diminuzione dell’emarginazione sociale grazie all’inserimento di soggetti fragili nel mondo del lavoro e nel territorio di appartenenza in cui la cooperativa è ubicata. Insieme al lavoro nel Laboratorio di ergoterapia saranno individuati altri momenti ricreativi di tipo ludico-culturale-terapeutico.
  • Ultimo, ma non per importanza, è l’obiettivo che riguarda la possibilità di percorsi formativi che hanno come obiettivo lo studio e la ricerca di un tema sociale o personale da sviluppare insieme al gruppo tramite approfondimenti, raccolte di fotografie, realizzazioni estetiche di diverso genere. Sarà un percorso che chiameremo“Verso una migliore qualità della vita” dove sarà possibile stimolare sia l’aspetto cognitivo che altre funzioni quali le emozioni, le sensazioni, le intuizioni. Anche per coloro che si occupano dei più fragili (caregiver/operatori sociali/educatori …) sono previsti Progetti di sostegno per il singolo e per il gruppo.
    Per ogni “Abito su misura” si terrà conto della certificazione di disabilità e del Profilo del funzionamento del soggetto per meglio individuare gli strumenti, le strategie e le modalità i per realizzare un ambiente di apprendimento e lavorativo che tenga conto della dimensione relazionale e socializzante, nonché della comunicazione, dell’interazione e dell’orientamento per le autonomie.

Come già sottolineato, le verifiche periodiche ed il lavoro in rete ci aiuteranno ad accedere al raggiungimento degli obiettivi per apportare eventuali modifiche o integrazioni.